Avviso Utente

Tampone rapido antigenico per SARS CoV-2


Un test rapido eseguito da personale sanitario, risultato in 15-20 minuti

Terme di Sirmione attiva presso le Terme Virgilio il servizio di test rapidi antigenici per il rilevamento del SARS Cov-2.

  • A COSA SERVE IL TEST?
Il test rapido può essere utile per rendere più veloce la valutazione nei casi sospetti e nei contatti stretti di casi infetti, in particolare per quelli asintomatici, che possono rientrare in comunità con un test antigenico negativo effettuato a partire dal 10° giorno di quarantena dall’ultima esposizione.
 
  • COME SI EFFETTUA IL TEST?
Il test consiste in un tampone nasofaringeo eseguito da personale sanitario.
 
  • CHI PUÒ ACCEDERE AL SERVIZIO?
Il test è accessibile a tutti i residenti della regione Lombardia.
 
  • QUANTO CI VUOLE PER AVERE IL RISULTATO?
La diagnosi è rapida: dopo 20 minuti viene consegnato il risultato con relativa refertazione.
 
  • QUANTO COSTA IL TEST?
Il costo è di 34 €
 
  • COME PRENOTARE?
Il test è disponibile TUTTI I MARTEDÌ E I GIOVEDÌ DALLE 14.30 ALLE 18.30, fascia oraria in cui il centro termale è chiuso al pubblico e dedicato esclusivamente a tale servizio.
DATE AGGIUNTIVE: mercoledì 03/03 e venerdì 05/03

La prenotazione è attiva al n.0309904923
Orari: lunedì - sabato 9:00 - 17:00, domenica 9:00 - 14:00
 
  • COSA SUCCEDE SE IL RISULTATO È POSITIVO?
Se la persona al momento dell’effettuazione del test non ha sintomi né è contatto stretto di un caso COVID-19, la positività deve essere riconfermata da un tampone molecolare eseguito in un laboratorio della rete regionale. Nell’attesa del risultato, il cliente deve restare in isolamento domiciliare fiduciario.

Se la persona al momento dell’effettuazione del test ha sintomi oppure è un contatto stretto con un caso COVID-19, la positività al test determina direttamente la segnalazione come caso COVID, senza necessità di ulteriore tampone molecolare di conferma, e il cliente è sottoposto da subito all’isolamento domiciliare obbligatorio.
 
  • COSA SUCCEDE SE IL RISULTATO È NEGATIVO?
Se la persona al momento dell’effettuazione del test ha sintomi oppure è un contatto stretto con un caso COVID-19, la negatività deve essere riconfermata da un tampone molecolare eseguito in un laboratorio della rete regionale. Nell’attesa del risultato, il cliente deve restare in isolamento domiciliare fiduciario.

Se la persona al momento dell’effettuazione del test non ha sintomi né è contatto stretto di un caso COVID-19, la negatività è confermata e il cliente non è soggetto ad alcuna misura di isolamento.
  • COSA SUCCEDE SE IL RISULTATO È DUBBIO?
In caso di risultato dubbio, deve essere effettuato un tampone molecolare di conferma e il cliente, nell’attesa del risultato, deve restare in isolamento domiciliare fiduciario.
Nei casi previsti, il tampone molecolare di conferma verrà prenotato direttamente da Terme di Sirmione, al momento della refertazione, presso il Presidio Ospedaliero di Desenzano dell'ASST del Garda nel primo orario disponibile del giorno successivo. Il tampone molecolare di conferma è a carico del Servizio Sanitario Regionale.
 
  • QUAL È LA DIFFERENZA TRA IL TEST RAPIDO E IL TAMPONE MOLECOLARE? 
I test rapidi rilevano la presenza del SARS-CoV-2 non tramite il suo acido nucleico (Rna), come fanno i tamponi molecolari, ma tramite le sue proteine (antigeni).Tamponi molecolari e tamponi rapidi non possono dunque essere paragonati: sono cose diverse, che adottano due differenti metodologie. L’affidabilità dei tamponi rapidi dipende dalla sensibilità e dalla specificità dichiarate dalle aziende produttrici. I test da noi utilizzati hanno una sensibilità e specificità elevate e nei range previsti dalle Linee Guida della Regione Lombardia.
Ciò nonostante, come tutti i tamponi rapidi in commercio, un risultato negativo non può escludere del tutto la presenza di antigeni SARS- CoV-2 nel campione, in quanto potrebbero essere presenti in una quantità inferiore a quella minima rilevabile dal test (per esempio nei casi cosiddetti debolmente positivi, risultato che può corrispondere sia all’esordio, che alla fine dell’infezione). In caso di sintomatologia dubbia, infatti, l’indicazione, riportata anche nell’attestazione dell’esito del test, è quella di rivolgersi al proprio medico curante per effettuare ulteriori accertamenti.
Parimenti, l’eventuale positività o esito dubbio del test, devono essere riconfermati con un secondo tampone nasofaringeo eseguito con metodo molecolare, in questo caso a carico del SSN e non del paziente.

INFORMAZIONI PRATICHE


PROGRAMMI PRE E POST COVID