News


Tutte le novità e le offerte di cura, relax e benessere dei nostri centri termali.

TERME DI SIRMIONE PREMIA GLI STUDENTI PIÙ MERITEVOLI




16 nuovi studenti entrano nell’Albo d’Oro.
Dal 1992 erogati 326 premi, per un ammontare complessivo di 167.500 Euro


L'11 aprile 2018 si è rinnovata all’Hotel Acquaviva del Garda, l’annuale cerimonia di consegna dei “Premi di Studio Terme di Sirmione”. Come ogni anno, dal 1992, sono stati premiati gli studenti più meritevoli dell’anno scolastico 2016/2017. Il bando è rivolto agli studenti figli di dipendenti della Società o di ex dipendenti iscritti al Gruppo Seniores Terme di Sirmione -con priorità nella collocazione in graduatoria-, ai residenti nei Comuni di Sirmione e di Desenzano del Garda. Tre i concorsi previsti: uno riservato agli studenti iscritti alla Scuola Media Superiore dal secondo al penultimo anno di corso, il secondo riservato ai Diplomi di Maturità e l’ultimo ai Diplomi di Laurea.
Con la cerimonia di ieri, Terme di Sirmione ha erogato 326 Premi di Studio, per un ammontare complessivo di 167.500 euro.
I Premi sono stati consegnati da Giacomo Gnutti e Giorgio Santi rispettivamente Presidente e Vice Presidente di Terme di Sirmione, dall’Assessore alle Politiche Sociali ed Educative di Desenzano Annalisa Colombo. Ha presenziato all’evento anche Silvio Valtorta Consigliere dell’Azienda.

I 16 studenti entrati a far parte dell’“Albo D’Oro” sono: ​
  • 10 premiati per il concorso riservato agli studenti della Scuola Media Superiore fino al IV° anno (premio di Euro 400): Katherine Fito Nieves (media 9.08), Nicole Grazioli (media 8.75),  Giada Bertini (media 8.17), Antonella Russo (media 8.08), Cristian Oneta (media 9.42), Denise Perotti (media 8.9), Fabio Bianchi (media 8.78), Greta Zaglio (media 8.5), Andrea Cinà (media 8.3), Edoardo Lamera (media 8.31).
  • 4 premiati per il concorso riservato agli studenti diplomati della Scuola Media Superiore V° anno (premio di Euro 600): Maria Fadabini (votazione 100/100), Giulia Saibene (votazione 84/100), Sara Stetefeldt (votazione 84/100), Arianna Gasparini (votazione 100/100 con lode),
  • 2 premiati per il concorso riservato agli studenti universitari laureati (premio da Euro 1.200): Alessia Sala 110/110Lode (Laurea triennale in Architettura – Università IUAV di Venezia), Mattia Migliardi 110/110Lode (Laurea in Economia e Finanza – Università Luigi Bocconi Milano).
“Il profondo legame con questo territorio, l’impegno al suo sviluppo e crescita, e la sensibilità alla valorizzazione delle risorse locali sono valori che appartengono da sempre a Terme di Sirmione”, sottolinea Giacomo Gnutti, Presidente di Terme e Grandi Alberghi Sirmione. “Ogni giorno investiamo sulle persone e promuoviamo iniziative a favore della comunità per crescere insieme a loro: credere nei giovani, premiarli e sostenerli, significa credere nel futuro di questo territorio. Da oltre 25 anni, i Premi di Studio rappresentano un riconoscimento concreto all’impegno degli studenti, il nostro domani”.
BANDO PER PREMI DI STUDIO E DI LAUREA 16/17

Bando per premi di studio e di laurea relativi all'anno scolastico 2016/2017
La Società “Terme e Grandi Alberghi Sirmione S.p.A.” emana Bandi per Premi di Studio e di Laurea relativi all’anno scolastico 2016/2017 riservati a studenti figli di Dipendenti e di ex Dipendenti iscritti al Gruppo Seniores Terme di Sirmione S.p.A. ovvero a studenti residenti nei Comuni di Sirmione e di Desenzano del Garda come meglio di seguito precisato.
 
DAL 1968 PREMIATI I COLLABORATORI "PIU' FEDELI"

Annuale festa del Gruppo Seniores di Terme di Sirmione: 151 gli iscritti, di cui 23 fedelissimi con 40 anni di servizio

 Sirmione, 13 dicembre 2017 – Come ogni anno, da quasi 50, si rinnova l’appuntamento di Terme di Sirmione con la premiazione di alcuni dipendenti, quelli più fedeli all’azienda, che contribuiscono da 20 anni al suo sviluppo e crescita. Ieri, presso l’Hotel Acquaviva del Garda di Desenzano, si è svolta la cerimonia ufficiale di premiazione dei nuovi iscritti al Gruppo Seniores, che riunisce non solo i dipendenti ma anche gli ex dipendenti con più di vent’anni di servizio.
Il Gruppo Seniores, nato l’8 novembre del 1968, arriva oggi a 151 iscritti, di cui 43 in servizio, e 23 “fedelissimi”, con ben 40 anni di attività. Di questi, 5 sono ancora in servizio.
Accompagnata dal tradizionale pranzo, la cerimonia ha avuto come momento centrale la premiazione dei nuovi iscritti. 6 quest’anno i collaboratori che compiono 20 anni in Terme di Sirmione: Roberto Caccaro, Anna Cattozzo, Gabriella Cornoldi, Claudio Monese, Vally Pasquali, Nicoletta Zandomeneghi. Numeri che confermano l’importanza del Gruppo Seniores e la fedeltà di tante persone all'azienda e ai valori che porta avanti.
 
Nel 2016 Terme di Sirmione ha raggiunto la punta massima di 449 dipendenti, 38 in più rispetto all’anno precedente. Collaboratori che principalmente sono residenti nel territorio e nei comuni limitrofi. La loro celebrazione rappresenta quindi un appuntamento importante non solo per l’azienda, ma per l’intera comunità. Alla festa del Gruppo Seniores erano presenti, infatti, oltre al Presidente e Amministratore Delegato della società Giacomo Gnutti, al Direttore Generale Margherita De Angeli e ai membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale, anche il Sindaco di Sirmione Alessandro Mattinzoli, accompagnato dal Vice Sindaco Luisa Lavelli e il Sindaco di Desenzano Guido Malinverno con il suo vice sindaco Paolo Formentini.
 
Come sottolineato dal Presidente Giacomo Gnutti durante il suo discorso. “Il volto di un’impresa è anche il volto delle persone che vi lavorano, e il benessere dei collaboratori, il cosiddetto welfare aziendale, e la qualità delle loro relazioni contribuiscono allo sviluppo di un’azienda. Ritengo che anche in una società di servizi sia strategica una politica di gestione del personale inserita in un modello organizzativo industriale. Il numero crescente dei soci del Gruppo Seniores ci rende orgogliosi e ci dimostra che è importante e possibile perseguire un rafforzamento di fedeltà al lavoro e di appartenenza all’azienda nel lungo periodo e nello stesso tempo innovare costantemente. Terme di Sirmione sta crescendo di anno in anno, ampliando i servizi offerti e la territorialità in cui opera: siamo a Milano e a Brescia con store monomarca, e con la recente acquisizione della società Bogliaco Golf Resort, proprietaria dello storico Golf Bogliaco e delle strutture immobiliari ricettive che ne fanno parte, siamo un’azienda globlale del turismo sul Garda.”

MENARINI ‘PORTA’ ACQUA DI SIRMIONE
A CASA DEGLI ITALIANI


Firmato l’accordo con cui Menarini distribuirà ‘Acqua di Sirmione’ di proprietà di Terme di Sirmione, prodotto leader per la salute delle vie respiratorie di tutta la famiglia e soprattutto dei soggetti più delicati: bambini, anziani e donne in gravidanza.

Scopri di piu>>
CALLAS SEMPRE CALLAS

 Inaugurata oggi ad Aquaria Thermal Spa l’esposizione permanente di costumi, gioielli, abiti, fotografie e lettere della Divina

Sirmione, 24 ottobre 2017 – Maria Callas continua a brillare a Sirmione. A quarant’anni dalla sua prematura scomparsa, Terme di Sirmione dedica alla Divina un’esposizione permanente di costumi, gioielli di scena e suoi abiti civili ad Aquaria, la Thermal Spa di Terme di Sirmione, sita nel centro storico della penisola gardesana.
Un progetto realizzato grazie ad un’importante donazione che Michele Nocera, sirmionese, biografo artistico ufficiale di Maria Callas e curatore di numerose sue mostre, ha destinato all’azienda turistico termale.
I cimeli esposti, provenienti dalla collezione personale di Nocera, comprendono due vestaglie di Lucia di Lammermoor, indossata a Chicago, Civic Opera nel 1954, i gioielli esibiti per Lucia di Lammermoor a Dallas nel 1959, il costume e il mantello di Turandot corredato da orecchini e diadema indossati a Buenos Aires, Teatro Colòn nel 1949, i gioielli portati per Violetta de La Traviata a Rio de Janeiro nel 1951, e alcuni abiti che furono della Divina.
Sottolinea Michele Nocera: “La mia donazione a Terme di Sirmione è dedicata alla memoria del mio prozio Cavalier Angelo Gennari, precursore del termalismo a Sirmione. E’ un gesto di affetto e di amore verso la penisola catulliana ed un apprezzamento per una società a me molto cara. L’esposizione permetterà di condividere preziosi ricordi permanentemente con migliaia di persone”.
Oltre ai quattro costumi e dieci gioielli di scena, e due abiti di Maria Callas, ad Aquaria saranno esposti, in una seconda fase prevista a inizio 2018, immagini riguardanti la Divina “sirmionese” e proiettata nel jet set internazionale, e una serie di documenti da lei firmati, lettere e dediche.
L’ampliamento dell’esposizione permanente prevede un intervento architettonico nell’atrio di Aquaria con la realizzazione di un soppalco a ferro di cavallo che lascia aperta, a tutta altezza, la parte centrale della hall. I setti di sostegno del soppalco sono pensati per ospitare delle nicchie e vetrine in cui saranno esposti i "gioielli" di scena, fotografie e le epistole della Callas, oltre che ai prodotti di Terme di Sirmione. Il piano superiore sarà utilizzato come spazio lounge relax per tutti i clienti del bar e della Thermal Spa.
Il nome del celebre soprano, nato a New York nel 1923, è da sempre legato a Sirmione. Maria Callas trascorse accanto al marito Giovan Battista Meneghini lunghi soggiorni tra gli anni 1950 e 1959 nella loro villa di Sirmione. La sua frequentazione, se pur sporadica, conferma l’affetto che la legava alla cittadina lacustre.
 Durante i giorni di riposo che Maria Callas si dedicava a Sirmione ancor prima di acquistarne qui una villa, una foto e racconti testimoniano che la Divina beneficiava delle cure termali inalatorie, come numerosissimi altri famosi cantanti lirici.
 “Abbiamo voluto valorizzare questo dono in un luogo, Aquaria, e con un progetto architettonico che legano il passato termale di Sirmione, all’evoluzione che la salute, il benessere e il relax nella Thermal Spa si sviluppa,” conclude Giacomo Gnutti Presidente di Terme di Sirmione. In una sua lettera Maria Callas scrisse “Ho tanta nostalgia di Sirmione”, come riporta Michele Nocera in un suo volume. L’esposizione rafforza la sua memoria in un luogo in cui l’affetto nei suoi confronti è ancora forte.
CONGRESSO: L'OTORINOLARINGOIATRIA PEDIATRICA OGGI

A 40 anni dal Primo Congresso Mondiale di Otorinolaringologia Pediatrica tenutosi a Sirmione nel 1977 e punto di partenza della nascita della Società Europea di Otorinolaringoiatria Pediatrica (ESPO), gli esperti italiani ed europei dell’otorinolarigologia pediatrica si incontrano nuovamente a Sirmione per fare il punto sulle più significative e attuali tematiche legate alla salute di orecchio, naso e gola dei pazienti più piccoli.
L’occasione è il 23 settembre al Convegno “L’otorinolaringologia pediatrica oggi: l’evoluzione della specialità”.
Il convegno nasce per celebrare questo anniversario su iniziativa della Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Università e dell’Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Pediatrica dell’ASST-Spedali Civili di Brescia con la collaborazione di Terme di Sirmione. A distanza di tanti anni l’approccio diagnostico e terapeutico della patologia pediatrica della specialità ha avuto uno sviluppo che merita una rinnovata attenzione. Grazie allo sviluppo di nuovi strumenti tecnologici miniaturizzati e alla microchirurgia endoscopica oggi si è in grado di garantire un approccio mininvasivo e funzionale anche nei bambini.
Presidenti del Convegno sono Piero Nicolai, otorinolaringoiatra di riferimento a livello europeo, e Luca Oscar Redaelli de Zinis. Jorge Spratley porterà il saluto di ESPO (Società Europea di Otorinolaringoiatria Pediatrica), nella veste di suo Presidente, e aprirà il Convegno. La lettura magistrale di Antonino Roberto Antonelli illustrerà il ruolo delle scuole di Otorinolaringologia Pediatrica italiane e della tradizione termale di Sirmione nella specialità negli ultimi 40 anni. E’ nel 1948 che nasce presso Terme di Sirmione il primo Centro Italiano per la Cura della Sordità Rinogena. Un centro all’avanguardia che grazie alla collaborazione dei migliori esperti dell’epoca vede lo sviluppo di soluzioni tecniche uniche nel loro genere, come il dispositivo per la realizzazione delle insufflazioni endotimpaniche alla base della cura per la sordità rinogena, poi adottate dai centri termali italiani e riconosciute dal Servizio Sanitario Nazionale. Negli ultimi 40 anni Terme di Sirmione ha ulteriormente rafforzato la collaborazione con le Scuole di  Otorinolaringologia Pediatrica italiane nell’ambito sia della ricerca sia della cure dei bambini.

Sezioni correlate

Area Stampa

Comunicati e cartelle stampa che parlano di Noi.


Il Blog

Scopri come rimanere aggiornato con tutte le novità di Terme di Sirmione.